Sensazioni e pensieri in quest’estate salentina

Blog Vivi Salento rimani aggiornato con le nostre news

Ora mi ritrovo in una delle più belle spiagge del Salento, Posto Vecchio (marina di Salve) e quando sono qui in riva al mare tutto ciò che viene detto al TG non mi riguarda. Davvero c’è una pandemia in corso? O forse c’è stata? Non so. In questo momento il mare mi lava la memoria, mi rinfresca l’anima e mi ritempra lo spirito. In dialetto salentino si direbbe: “IATA!” che, sostanzialmente significa : “beata!” o meglio “IATA A TIE!” , cioè beata te.
Sì, vero, beata me che sono con i piedi nell’acqua fresca e annuso l’aria di mare e l’odore di Posidonia.
Ricordo un amico irlandese a Malta, che mi diceva: “voi italiani siete tutti uguali. Nessuno ha il vs. mare; nessuno ha la vs. cucina”. Io vorrei fosse qui in questo momento, vorrei guardasse cielo e mare, le loro sfumature di azzurro, l’allegria di questi aquiloni svolazzanti, ma solo per dirgli: “compà, ma sta viti?” (compare, ma stai vedendo?) :-)
Un vero salentino dentro di sé pensa: niente è o può essere più bello del Salento.


A cosa serve questo paradiso Covid free? Serve per tornare a respirare profondamente, allentando la tensione dei mesi scorsi ... ecco che il respiro corto in Salento si trasforma nel corso dei giorni, evolvendosi in più profondo. Si allenta così quella morsa di preoccupazione che ha attanagliato per tutto l’inverno e durante la primavera la gran maggioranza dei nostri visitatori. Pensate a quella voglia, quasi un’esigenza di leggerezza dal senso di oppressione derivante dall’impotenza sperimentata da tutti noi in questo periodo. Qui, davanti a tanta bellezza, cade nell’oblio e crediamo di poterci concedere il lusso di distrarci.
Il Salento è da sempre accogliente, infatti la ns. Messapia (che sta per “terra fra due mari”chiamata anticamente così dai greci) già nel periodo pre-romano opitava Messapi e Illiri. Facendo un gran salto in avanti nel tempo sino ai giorni nostri incontriamo la stessa autenticità alle prese con una composizione di visitatori di nuova generazione fatta di turisti, vacanzieri e viaggiatori.
E’ una terra genuina e proprio come quella persona che si apre al prossimo, ha sicuramente un carattere forte ma risulta anche più vulnerabile rispetto a chi per proteggersi non fa avvicinare nessuno. Per tale motivo presenta delle fragilità che tutti dobbiamo preservare. Un esempio? Preservare i propri anziani e bambini e tutti coloro che, rispettosi sono rimasti isolati privandosi degli affetti, spesso privandosi anche della possibilità di lavorare, non mollando pur di preservare i propri cari ed il proprio territorio. Non è un caso che sia una zona Covid free.

Blog Vivi Salento rimani aggiornato con le nostre news

Il Salento è questo, non solo belle spiagge, non soltanto una buona cucina ma una penisola popolata da tanta brava gente che va preservata; un paradiso ed in questo momento storico un rifugio dove tornare ogni volta che si vuole fare un respiro profondo e ogni volta che desideriamo prendere il volo come fanno questi aquiloni in spiaggia: talmente leggeri che basta appena un soffio di mare per librarsi nel cielo e per poter ammirare la terra con i suoi problemi ma anche con tutta la sua bellezza.

Vivi Salento · Shop Online
· Sponsorizzato
Scegli la qualità dei nostri prodotti 💛❤️Il gusto della terra del Salento racchiuso in preziosi vasetti per assaporare sapori e odori della nostra terra. 😋
Image placeholder
EDITOR ARTICOLO

Martina

amo il salento. amo la mia terra.

Visualizza profilo